Guida alla facoltà di Scienze Politiche di Perugia



A pochi minuti dalla acropoli di Perugia, la facoltà di Scienze Politiche sorge in via Pascoli, nel quartiere di Elce di sotto. Lo stabile è lo stesso che abbraccia anche le facoltà di Economia e di Giurisprudenza, in una sorta di "condominio" multidisciplinare che mette in condivisione le strutture didattiche di tutte le facoltà, per potenziarne e ottimizzarne sia gli spazi che la qualità di fruizione dei servizi.
E proprio con la facoltà di Economia che Scienze Politiche "divide" uno dei due ingressi all'edificio, ossia l'ampio cortile che è anche uno spazioso parcheggio per auto e moto. Benché la sua sede principale sia ubicata in via Pascoli, la varia e molteplice offerta formativa della facoltà ha creato una decentralizzazione delle sedi e dei dipartimenti: alcuni, infatti, si trovano in via del Verzaro, mentre a Terni sorge un'altra sede dotata di un sito web indipendente da quello di Perugia. 

I corsi di laurea presenti si distinguono in corsi di primo e di secondo livello, che di fatto ripropongono lo schema delle lauree Triennali e Magistrali. Tutti i programmi possono essere identificati con un acronimo.
I corsi di primo livello sono in: Scienze politiche e relazioni internazionali (SPRI), Servizio sociale (SSn) e Scienze della comunicazione (Scn, in interfacoltà). I corsi di secondo livello prevedono i seguenti curricula: Scienze della politica e del governo (LMSPG), Relazioni internazionali (LMRI), Sociologia e politiche sociale (LMPS), Relazioni internazionali (LMRITr) e Comunicazione istituzionale e d'impresa (LMCI, in interfacoltà). Il percorso formativo di alcuni corsi prevede anche degli stage formativi per il raggiungimento dei crediti finali e il conseguimento della laurea. 

Per quanto riguarda la composizione dei caseggiati e la disponibilità degli spazi didattici, le aule in maggioranza di media capacità e arredate in maniera piuttosto spartana. In ogni caso, la loro fruibilità è buona anche in occasione di lezioni particolarmente seguite e quindi affollate da studenti. Benché i professori - a detta degli studenti - abbiano un buon livello di preparazione e siano piuttosto disponibili ed elastici sia in sede di ricevimento che durante la programmazione degli esami, c'è da dire che la loro organizzazione puramente "logistica" lascia un pochino a desiderare: le bacheche sono spesso collocate in maniera poco logica, e questo causa spesso disordine. 

I servizi supplementari offerti e presenti in facoltà sono la biblioteca, la mensa davvero molto vicina - della mensa ne abbiamo parlato anche in precedenza - e un laboratorio di informatica, che lavora prevalentemente su prenotazione: è infatti praticamente impossibile accedervi senza aver riservato un posto per tempo. É attivo anche il servizio internet di prenotazione degli esami, molto più funzionale del sito web della facoltà, tasto davvero dolente di tutto il sistema di Scienze Politiche. Infatti, si tratta di un portale decisamente anacronistico, caotico e non facile da navigare, specie se si cercano informazioni importanti. Davvero un incubo per un utente poco abituato al web o particolarmente distratto.   

All’interno dell’ateneo, le caffetterie e i bar non sono riusciti a ritagliarsi uno spazio, tuttavia sono presenti alcuni distributori di snack e bevande. Nei paraggi dello stabile, comunque, è possibile trovare dei locali carini e spaziosi, utili anche per festeggiare la laurea. Tra i tanti, segnaliamo i più gettonati, il Rubbagalline e il Centodieci.
Trovare un alloggio nelle vicinanze è davvero semplice: il quartiere di Elce è infatti uno dei preferiti dagli studenti, che riescono a trovare stanze e appartamenti a prezzi onesti. Inoltre, la presenza di tanti servizi nel quartiere e la vicinanza al centro storico - qualche minuto di passeggiata - rende il rione perfetto per gli studenti che non hanno l'auto o che preferiscono utilizzare i mezzi pubblici per muoversi in città



Vantaggi: a pochi passi dal centro storico e in un quartiere ben servito dai mezzi pubblici. La sede della facoltà divide lo stabile con altre facoltà e quindi si può usufruire di più servizi, come la mensa e la biblioteca. 
Svantaggi: il sistema informatico è obsoleto e anacronistico. Ci vuole un po' di pazienza per trovare e reperire subito le informazioni che si cercano online.